mercoledì 28 giugno ore 17.00
presentazione di “Zero Positivo ” il primo libro di Cristina Marginean Cocis
a cura delle cooperative CO.A.LA. e LA.SE

Il romanzo edito da Gaspari Editore, dopo l’esordio a fine ottobre scorso, sta riscuotendo un successo desiderato sì, ma inaspettato, di cui l’autrice è felicemente grata ed entusiasta.
E’ il contenuto di questo romanzo ad emozionare, a far scoprire una Cristina che ha usato una modalità di scrittura avvolgente e coinvolgente, perché parte da una storia vera, poi gradualmente porta il lettore a percorrere strade, vicoli, salite e discese dell’esistenza umana. Non manca l’avventura, la tensione della ricerca, dell’attesa. In forma caleidoscopica, con vari flash dal passato e dal presente incerto, adombrati di intensi momenti di gioia e sofferenza si sviluppa magicamente verso un finale inaspettato.
La giovane donna di questo romanzo autobiografico,trova la forza di combattere in nome della vita che porta in grembo.
Viene aiutata dal riemergere dei ricordi di un padre molto amato e che, durante la dittatura di Ceausescu, aveva saputo proteggere la propria famiglia dalle violenze e dai soprusi.

Cristina Marginean Cocis, nata in Romania a Timisoara sotto la dittatura, diventa insegnante e a 23 anni vince una borsa di studio presso l’’Università degli Studi di Udine, successivamente si laurea in Romania presso l’Universitatea de Vest di Timisoara, Facoltà di Storia e Lingua Inglese. Nel 2001 sposa Ioan, sacerdote cattolico di rito bizantino che verrà mandato in missione a Udine.
Tornata nella città friulana Cristina diventa mediatrice culturale e linguistica, insegnate di italiano per stranieri e collaboratrice dell’Università di Udine presso la Sezione diLingua e Letteratura Romena. A seguito di una malattia è costretta ad un lungo periodo di riposo e isolamento dal quale nasce il suo primo libro Zero Positivo.